Chi sono

“Non sono cattiva… è che mi disegnano così”, mi chiamo Angela e sono una giornalista con la passione per il cinema d’animazione.

La colpa è tutta di mio padre che all’età di 4 anni mi ha regalato la video cassetta di Fantasia, anche se mia madre dice che mi incantavo a guardare Anna dai capelli rossi.

Per un periodo della mia vita ho giocato a pallavolo. Volevo essere Mila. Ho giocato per 10 anni nel ruolo di Kaori Takigawa. Mi sono innamorata a turno di: Holly, Marzio/Milord, Paul, Terence, Shiro, Gigen e tanti, tanti altri.

Costretta a crescere mi sono messa alla ricerca del segreto dell’isola che non c’è, attività che si è intensificata all’università Ca’Foscaridi Venezia, dove mi sono laureata con una tesi sui cartoni animati dal titolo “Mary Poppins e Roger Rabbit: il cinema animazione in tecnica mista”, e successivamente specializzata con lode sulle Eroine focalizzandomi su “Alice, Chihiro e Coraline”.

Dopo la laurea specialistica, ho lasciato la mia città per trasferirmi a Roma, dove sto ancora cercando Romeo, er mejo der Colosseo.

Non riuscendo, per un soffio, a iscrivermi alla Monsters University mi sono dovuta accontentare di un Master all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico (dove ho presentato una tesi su Biancaneve per la gioia della mia insegnante) e di uno di specializzazione in comunicazione alla LUISS – Guido Carli.

Quando ero una studentessa universitaria, sognavo di condurre un programma radiofonico che parlasse di cinema, ed in particolare di cinema d’animazione. Grazie ai consigli del “nonno del mondo”, di una“maestra speciale”, dello Zio Walt e del suo dirmi di continuo “Se puoi sognarlo puoi farlo”, ho dato vita alla serie “Al cinema con Francesco” della Radio Vaticana.

Di me posso ancora dirvi che: mi muovo bene fra i fornelli come Cenerentola e Remy; spero un giorno di riuscire a fare le valige come Mago Merlino; nel caffè, la mattina metto sempre almeno un cucno di zucchero, e poi faccio una chiacchierata con lo specchio delle mie brame; uno dei miei sogni nel cassetto è avere una stanza tutta per me, piena di libri, come quella che la Bestia regala a Belle.

Mi piacerebbe essere “praticamente perfetta sotto ogni aspetto”… ma quella è una dote unica di Mary Poppins. In realtà, sono lenta come il bradipo di Zootropolis e mi dimentico le cose come Dory. Gioia, Rabbia, Paura, Disgusto e Tristezza colorano la mia vita.

Seguo il Banconiglio verso il paese delle meraviglie o dovunque mi voglia condurre, adoro festeggiare i NON compleanni (miei e dei miei amici).

Sono una sognatrice, e ho imparato che “solo chi sogna può volare”.

 

Contatti

15 + 1 =

Pin It on Pinterest